Il giardino Bioarmonico: terra e cielo in armonia

0
110
Il giardino Bioarmonico: terra e cielo in armonia

Il contatto con la Natura è un piacere al quale nessuno dovrebbe rinunciare. La Natura è fonte d’ ispirazione, conoscenza ed evoluzione.

E cosa c’è di meglio del giardino o del terrazzo di casa propria per creare un luogo protettivo e armonioso, per ritrovare emozioni, profumi, musiche naturali, uno spazio all’aperto che risponda alle nostre esigenze e che sia rigenerante per una migliore qualità del nostro vivere quotidiano.

Proviamo a pensare ad un giardino creato nel pieno rispetto della natura e dei suoi ritmi, in armonia con l’ambiente e con i cicli vitali, dove la terra, le piante gli animali e gli uomini sono in equilibrio e contribuiscono l’uno al sostentamento dell’altro… un Giardino Bioarmonico.

La progettazione di un Giardino Bioarmonico, è una progettazione innovativa del verde, basata sui principi della biodinamica e dell’elettromagnetismo della biosfera.

Queste due discipline si fondano sul ruolo determinante e terapeutico delle piante sull’uomo, nonché della loro capacità di risanare gli ambienti soprattutto per quanto riguarda i campi elettromagnetici naturali ed artificiali.

L’agricoltura Biodinamica, nasce da un’ approfondita conoscenza del pianeta e del suo rapporto con il cosmo, la terra oltre ad essere vista come un organismo vivente, viene messa in relazione con il sistema cosmico, le stelle e i pianeti, l’esperto in biodinamica conosce tali influenze e conseguentemente adotta un metodo pratico che le favorisce, col risultato di avere terreni fertili e vitali e prodotti salubri.

Ogni passaggio è importante nella creazione di un Giardino Bioarmonico

Il primo: l’incontro con le persone che ci vivranno, per individuare le loro caratteristiche, aspetto indispensabile per la scelta delle piante da inserire nel giardino.

Le piante infatti, come le persone, hanno un riferimento cosmico, che ne determina alcune caratteristiche, inserendo una pianta in un ambiente, si andrà in qualche modo a stimolare o a lanciare degli impulsi che avranno un tipo di risonanza con le persone che lo abitano.

Consideriamo ad esempio una quercia, che ha come riferimento planetario Marte e come riferimento zodiacale il Toro, avrà una funzione stimolante, andrebbe posta in un luogo frequentato da persone malinconiche o flemmatiche mentre sarebbe da evitare in luoghi dove vivono persone tendenzialmente aggressive.

Altro aspetto importante è comprendere la vocazione del posto, ogni sito ha le sue caratteristiche.

Il luogo dove il giardino prenderà forma ha già delle situazioni consolidate che dobbiamo considerare, ad esempio, una zona collinare rispetto alla zona pianeggiante, vicino ad una strada con maggior o minor percorribilità, vicina ad altre case, vicino se non addirittura attraversata da una linea di alta tensione, il tipo di terreno, calcareo o siliceo.

Tutte situazioni che sono determinanti per far si che il giardino, abbia una forma capace di contrastare ciò che gia esistente e non si può modificare.

Nella fase progettuale, con le informazioni raccolte, il giardino inizia a prendere forma sul disegno.

Si scelgono le piante, i cespugli, i fiori e si posizionano abbinando i colori e le forme, i muretti, i percorsi e i giochi d’acqua per creare un ambiente equilibrato e armonioso.

I percorsi e le forme rivestono un ruolo molto importante per l’azione terapeutica del giardino.

L’energia attraversa il giardino e circola nel suo spazio influenzando tutti coloro che si trovano dentro o vicino.

Le forme esercitano un’importante azione su tale flusso: alcune forme attirano l’energia in punti precisi della struttura altre la respingono andando a condizionare non solo gli stati d’animo ma anche l’andamento generale della vita.

Ultimo elemento da considerare, ma non meno importante riguarda i tempi di realizzazione.
Questa fase sarà governata dai periodi per realizzarlo.

La lavorazione del terreno, l’incorporamento delle piante, la semina del prato ecc. verranno effettuati secondo un calendario ben preciso, dettato semplicemente dalle fasi lunari, dalle costellazioni e dai ritmi della natura per favorire tutti i processi naturali di ogni elemento.

Tutto nasce e ruota intorno al concetto di armonia totale, tra esigenze fisiche, psicologiche, emotive e spirituali dell’uomo e della natura per una rispettosa ed amorevole fusione.