Componenti elettronici per ogni applicazione

0
29
componenti elettronici

Ogni azienda rappresenta un mondo a sé stante, anche se nel settore industriale ci sono degli aspetti che possono accomunare la maggior parte delle industrie se non la totalità. Ogni processo industriale ha bisogno di macchinari che devono essere costantemente in funzione per garantire una produzione efficiente e continuativa. Qui entra in gioco la necessità di avere componenti e prodotti elettronici estremamente avanzati da un punto di vista tecnologico e perfettamente funzionanti per garantire una produzione attenta ad ogni minimo dettaglio.

Questi elementi sono responsabili sia del corretto funzionamento dei macchinari sia del loro monitoraggio così da garantire interventi di manutenzione rapidi e mirati in caso di guasti o di malfunzionamenti. Tra le ditte che si occupano della vendita di componenti elettronici nei diversi settori industriali si segnala Repcom, azienda specializzata nella componentistica elettronica ormai da diversi anni.

Le principali tipologie di componenti elettronici

Quando si parla di componente elettronico si fa riferimento ad un dispositivo utilizzato per regolare il passaggio di corrente elettrica tramite esso ed il valore di tensione elettrica alle sue estremità. Vengono utilizzati nei più svariati settori dell’industria e dell’elettronica, sia digitale che analogica, e sono prodotti su scala industriale per costruire degli appositi circuiti elettronici. I componenti elettronici più performanti sono quelli attivi che non apportano alcun tipo di energia al circuito nè hanno bisogno di un’alimentazione esterna oltre al segnale di ingresso. 

Tra le principali tipologie di componenti elettroniche le sonde rappresentano una parte integrante del sistema di misurazione di un circuito. Questi particolari dispositivi garantiscono una notevole stabilità meccanica, caratteristica essenziale per le applicazioni moderne, che a sua volta assicura la ripetibilità delle misure. Sia la densità del montaggio che le maggiori velocità dei processi richiedono un’attenzione sempre maggiore nella predisposizione dei punti di misura durante l’applicazione.

Altra componente elettronica fondamentale nel settore industriale è il sensore, capace di convertire una grandezza fisica in un segnale elettrico. I sensori forniscono dati fondamentali nella fase di produzione o di automazione del processo poiché misurano la distanza, la posizione, l’inclinazione, i movimenti, la velocità, le vibrazione, la pressione dell’aria e il flusso. Il loro utilizzo è diffuso nei più svariati settori e ne esistono di varie categorie per rilevare numerose tipologie di grandezze.

Grazie alle loro particolari funzionalità le micropompe hanno trovato un ampio utilizzo nei più vasti settori, da quello industriale fino a quello medicale. Le micropompe si suddividono in modelli a membrana per liquidi e modelli a membrana per gas e dispongono di varie tipologie di motorizzazioni a seconda delle finalità d’uso.

I rilevatori ultrasuono sono componenti molto gettonati negli ultimi anni poiché offrono un importante supporto sia per la localizzazione delle perdite di aria compressa negli impianti, sia per l’archiviazione successiva dei dati. In questo modo è possibile non solo trovare la perdita, ma anche salvare i valori di ultrasuoni rilevati e la traccia audio per associare una fotografia del punto oppure un commento scritto o vocale.

Campi di applicazione e principali novità nella tecnologia dei componenti elettronici

I componenti elettronici possono essere utilizzati in un grandissimo numero di settori di applicazione: agricolo, aerospaziale, aeronautico, ambiente, automazione, industria tessile, industria medicale, industria metallurgica, nucleare, produzione di energia, trasporti, edilizia, climatizzazione ecc. Tutte le aziende, da quelle più artigianali a quelle più evolute, non possono fare a meno dei componenti elettronici per tutte le fasi di produzione, gestione e applicazione.

I componenti elettronici fondamentalmente non rappresentano una novità, poiché il loro utilizzo a livello industriale è iniziato già diversi decenni fa, ma sono cambiate innegabilmente le tecnologie che ora risultano molto più performanti, innovative e all’avanguardia.

Innanzitutto è stata implementata la miniaturizzazione che con l’aiuto della nanotecnologia ha creato componenti di minuscole dimensioni capaci di innestarsi in ogni meccanismo fornendo prestazioni brillanti ed estremamente precise. Alla nanotecnologia si è associata l’intelligenza artificiale che in totale autonomia può gestire ed inviare i dati in stretta connessione con tutti gli altri processi.

Le tecnologie di comunicazione wireless sono in grado di inviare dati anche da luoghi lontani o mentre sono in movimento, garantendo un notevole risparmio energetico. I dati gestiti dal componente sia in fase di memorizzazione che di pressione vengono protetti da procedure di sicurezza specifiche per assicurare una tutela della privacy a norma di legge.

I nuovi settori applicativi

I componenti elettronici hanno avuto un vero e proprio “boom” in determinati settori in virtù delle loro caratteristiche sempre più avanzate e tecnologiche che consentono di puntare ad una produzione mirata ed oculata. Basta pensare alla notevole crescita dei componenti elettroniciwearable“, cioè indossabili, che possono essere utilizzati nei settori del fitness e benessere, della salute, sicurezza e tracciatura, sicurezza e antifurto, ecc.

Nel settore automotive i componenti elettronici sono diventati indispensabili soprattutto per garantire un maggiore controllo delle auto e dei sistemi di guida assistita. I prodotti elettronici stanno implementando notevolmente i servizi di “health and safety” favorendo un monitoraggio più attento della salute dei pazienti, del controllo ambientale e del rilevamento di condizioni ambientali anomale.