Home / TEMPO LIBERO / Appuntamenti a Brisighella, tra tartufi, salumi e altre primizie agroalimentari
Appuntamenti a Brisighella, tra tartufi, salumi e altre primizie agroalimentari

Appuntamenti a Brisighella, tra tartufi, salumi e altre primizie agroalimentari

Proclamato “anno nazionale del cibo italiano”, il 2018 si presenta di grande rilevanza per il settore agroalimentare del nostro Paese, ricco di eccellenze uniche al mondo.

In questo senso grande impegno e riscontro ricoprono gli appuntamenti tenuti a Brisighella (RA), che come ogni anno porta in evidenza all’interno delle bellissime strade del paese una grande quantità di prodotti alimentari del territorio e non solo.

Primo appuntamento avvenuto il 2 aprile, dove in Piazza Marconi sotto la caratteristica Antica via degli Asini (di cui è vivamente consigliata la visita) si è tenuta la 13° edizione della tradizionale “Sagra dei salumi stagionati di Mora e del tartufo marzolino”.

Convergono qui infatti molti tartufai provenienti dalle zona brisighellese il cui sottosuolo è ricco di questa risorsa pregiata, o dalle altrettanto valide zone limitrofe.

La sagra propone inoltre stand in cui degustarlo, oltre che trovarlo nei gustosi piatti dei ristoranti tipici del paese.

Dal 22 al 25 aprile sarà invece il turno della “Festa della Spoja Lorda”, alla sua seconda edizone, mentre il 29 aprile e 1 maggio si terrà “Sagra delle Primizie di Primavera e della Bruschetta con Olio Extravergine d’Oliva delle nostre colline”.

Entrambi gli eventi al Parco Ugonia.

Brisighella è sempre in prima linea per quanto riguarda la valorizzazione dei prodotti gastronomici del territorio.

D’altronde ogni stagione offre primizie di grande qualità, la terra e le eccellenze produttive permettono di proporre al pubblico vere e proprie eccellenze riconosciute a livello nazionale e non solo.

Esempio lampante è l’Olio Extravergine d’Oliva Dop, apprezzato e rinomato per la grande qualità.

Gli viene dedicata un evento nel mese di Novembre, mentre in primavera si valorizza un prodotto strettamente collegato all’olio: la bruschetta, a cui si affiancano le “primizie di primavera” ovvero legumi e verdure che si risvegliano dopo il periodo invernale pronte per le nostre tavole.

Tartufi e salumi, con la Mora Romagnola autoctona a farla da padrona.

Gli immancabili tartufi, pregiati e dal profumo inconfondibile, portati dagli abili maestri tartufai della zona, così ricca e rinomata a livello enogastronomico.

Per chi fosse interessato a prenotare del tartufo bianco pregiato può trovare tantissime informazioni sul sito di Moscato Tartufi (Best Italian Truffles).

Check Also

Sacro di Birmania: tra mito e leggenda

Sacro di Birmania: tra mito e leggenda

La leggenda é stata tramandata dalla scrittrice Marcelle Adam, la quale possedette Manou de Maldapour, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *